Perché non dovresti utilizzare Driver Verifier in Windows 10

Windows include uno strumento "Driver Verifier" in grado di stressare i driver del dispositivo. Rileva il cattivo comportamento del guidatore, ma qualsiasi problema riscontrato provoca immediatamente una schermata blu della morte. La maggior parte degli utenti di PC dovrebbe stare alla larga.

Questa utility è disponibile da Windows 2000 e XP e fa ancora parte di Windows 10 oggi.

Driver Verifier è Mostly For Developers

Come nota la documentazione degli sviluppatori di Microsoft, Driver Verifier è uno strumento utile per gli sviluppatori che creano e testano i driver dei dispositivi. Lo strumento aiuta gli sviluppatori a trovare i problemi del driver e risolverli.

Driver Verifier può eseguire una serie di test, che Microsoft elenca sul suo sito. Ad esempio, Driver Verifier può allocare la maggior parte delle richieste di memoria per il driver da un pool selezionato di memoria e monitorare tale memoria per eventuali problemi. Driver Verifier può far sì che le richieste di memoria non riescano casualmente a verificare se il driver funziona correttamente in situazioni di utilizzo di risorse insufficienti. Driver Verifier ha anche test che possono verificare perdite di memoria, vulnerabilità della sicurezza e altri problemi.

Anche se questo è uno strumento utile per gli sviluppatori, quasi sicuramente non lo vuoi usare da solo. Questo strumento sottopone a test solo lo stesso driver del dispositivo. Non sottolinea l'hardware stesso, quindi potrebbe non trovare alcun problema anche se si ha un componente hardware che non funziona.

I driver del tuo PC sono probabilmente ben collaudati

Su un moderno sistema Windows, quasi sicuramente stai già usando driver che sono stati verificati e firmati. Le moderne versioni a 64 bit di Windows 10 richiedono driver firmati. Questi driver firmati hanno superato i test WHQL (Windows Hardware Quality Labs) e dovrebbero essere abbastanza stabili.

Quando si esegue Driver Verifier, è possibile richiederlo solo per testare driver non firmati. Ci sono buone probabilità che Driver Verifier ti informi che non hai driver non firmati sul tuo sistema se lo fai.

Driver Verifier può causare crash

Se il tuo computer funziona già bene, non c'è motivo di eseguire Driver Verifier, a meno che tu non stia sviluppando un driver. Anche se scopre problemi, il punto chiave di Driver Verifier è quello di sottolineare i driver. Quasi sicuramente questo tipo di test rigorosi troverà alcuni problemi con il driver, ma è improbabile che questi causino reali problemi nell'uso quotidiano del computer.

Driver Verifier può anche causare l'arresto anomalo di Windows. Se trova un problema con il guidatore, vedrai una schermata blu della morte. La documentazione di Microsoft dice che non dovresti eseguire questo strumento sul tuo normale computer, dicendo "dovresti eseguire Driver Verifier sui computer di prova o sui computer che stai testando e facendo il debug". Non è inteso come uno strumento per aiutare gli utenti regolari a provare i problemi dei driver sistemi di produzione.

Se le impostazioni di Driver Verifier causano una schermata blu di morte ogni volta che si avvia il PC, potrebbe non essere possibile avviare normalmente. Puoi provare a riavviare in modalità provvisoria e disabilitare Driver Verifier.

Quando vorresti eseguire Driver Verifier (forse)

Se si verificano arresti anomali dello schermo blu e altri problemi di sistema e si sospetta che un driver difettoso potrebbe essere il problema, è possibile eseguire Driver Verifier per ulteriori informazioni. Ad esempio, se si esegue Driver Verifier e si vede un messaggio di errore sullo schermo blu, BSOD potrebbe dirvi il nome del file del driver, che a sua volta indica quale driver ha causato l'arresto anomalo. Questo driver è potenzialmente il driver che causa altri problemi sul sistema.

Ci sono due problemi con questo, però. In primo luogo, è un po 'un tratto in questa età di piloti collaudati. È più probabile che un errore di sistema sia causato da guasti hardware, malware o del sistema operativo di un driver di dispositivo con errori. In secondo luogo, è possibile indagare sul motivo per il BSOD originale che ha avviato l'intero pasticcio, e probabilmente vi porterà comunque al driver difettoso, se ce n'è uno.

Se hai aggiornato un determinato driver di recente e stai avendo problemi, quel driver potrebbe essere la causa. Ma si potrebbe facilmente ripristinare il driver o eseguire un Ripristino configurazione di sistema. Entrambi sono migliori usi del tuo tempo rispetto a Driver Verifier.

Se riesci a identificare un cattivo driver che causa problemi, tutto ciò che puoi fare è provare un'altra versione del driver del dispositivo e sperare che il problema del driver sia corretto, oppure rimuovere il dispositivo hardware associato dal tuo PC.

Come eseguire Driver Verifier

Avviso : prima di eseguire questo strumento, ti consigliamo di creare un punto di ripristino del sistema. È possibile ripristinare da questo punto se si verifica un problema serio.

Se vuoi davvero eseguire questo strumento e ti stiamo mettendo in guardia, probabilmente non dovresti ... puoi farlo. Per fare ciò, aprire una finestra del prompt dei comandi o PowerShell come amministratore. In Windows 10, fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start e selezionare "Windows PowerShell (Admin)."

Digitare verifier al prompt, quindi premere Invio.

(Puoi anche aprire il menu Start su Windows 10, digitare verifier nella casella di ricerca nel menu Start e premere Invio, ma la documentazione ufficiale di Microsoft consiglia di passare attraverso la riga di comando per qualche motivo.)

Seleziona "Crea impostazioni standard" e quindi fai clic su "Avanti".

Puoi invece selezionare "Crea impostazioni personalizzate (per sviluppatori di codice)" se desideri scegliere i singoli test applicati ai tuoi driver.

Seleziona i driver che desideri sottoporre a stress test. "Seleziona automaticamente i driver non firmati" controllerà eventuali driver non firmati sul tuo sistema. "Seleziona automaticamente i driver creati per versioni precedenti di Windows" verificherà la presenza di driver progettati per una versione precedente di Windows. Un elenco di entrambi i tipi di driver verrà visualizzato dopo aver selezionato questa opzione. Su un PC moderno, ci sono buone probabilità che Windows dica di non aver installato tali driver.

Puoi anche scegliere "Seleziona i nomi dei driver da un elenco" per visualizzare un elenco dei driver installati e selezionare quelli singoli.

Per i test più estremi, puoi anche selezionare "Seleziona automaticamente tutti i driver installati su questo computer" per testare tutto,

Probabilmente non avrai bisogno di stressare nessuno dei driver Microsoft inclusi in Windows. Per evitare i driver Microsoft, seleziona "Seleziona i nomi dei driver da un elenco" e seleziona i driver che non sono stati forniti da "Microsoft Corporation".

Dopo aver selezionato il driver o i driver che desideri sottoporre a stress test, fai clic su "Fine". Dovrai riavviare il computer prima che inizi il test.

Dopo il riavvio, Driver Verifier avvierà lo stress test dei driver in background. Alcuni tipi di problemi del driver si traducono in un problema immediato, mentre altri potrebbero non apparire fino a dopo aver utilizzato il PC per un po '.

Saprai se si è verificato un problema perché il tuo computer si blocca e vedrai un messaggio di errore sullo schermo blu. L'errore sullo schermo probabilmente mostrerà più informazioni sul file del driver esatto che ha causato il problema, e puoi anche trovare informazioni sulla schermata blu esaminando il dump della memoria di Windows creato dopo che il tuo computer mostra un BSOD.

Come disattivare Driver Verifier

Per disabilitare Driver Verifier e tornare alle impostazioni normali, apri nuovamente l'applicazione Driver Verifier, seleziona "Elimina impostazioni esistenti", fai clic su "Fine" e riavvia il PC.

Se il computer si blocca ogni volta che si avvia e non è possibile disabilitare Driver Verifier, provare a eseguire l'avvio in modalità provvisoria, avviare Driver Verifier e dirgli di eliminare le impostazioni esistenti. Dovresti quindi essere in grado di avviare normalmente il tuo PC.

Se questo non funziona, potresti dover forzare l'avvio da un disco di installazione di Windows o da un'unità di ripristino. Da qui, è possibile ripristinare un precedente punto di Ripristino configurazione di sistema o riparare il sistema.