Il miglior sito web di WordPress Hosting per la maggior parte delle persone

WordPress è un sistema di gestione dei contenuti gratuito e open source, solitamente utilizzato per la gestione di un blog, ma anche per alimentare grandi pubblicazioni (incluso HowToGeek). Mentre il software stesso è gratuito, avrai comunque bisogno di hosting web in modo che il tuo pubblico possa visitare il sito. Questi provider di hosting eseguono WordPress sui loro server e spesso gestiscono la maggior parte (se non tutte) del lavoro tecnico per te.

Mentre è possibile impostare un sito di base su wordpress.com, quello predefinito ha annunci, non è possibile inserire i propri annunci sui propri piani regolari e offrono molto meno flessibilità e libertà rispetto a un provider di hosting a pagamento. La maggior parte di loro ha in programma solo un paio di dollari al mese, quindi se sei serio sull'avvio di un sito web, è meglio cercare l'hosting vero e proprio.

Cosa cercare

Il web hosting generalmente rientra in due categorie:

Host gestito è quando il provider di hosting imposta per te WordPress (o qualsiasi servizio) e gestisce tutte le risorse IT dietro le quinte. Se hai appena iniziato a configurare un sito web, è meglio cercare l'hosting gestito.

Host condiviso si verifica quando il provider di hosting esegue il tuo sito sullo stesso server fisico di altri siti ed è generalmente molto più economico rispetto a un server dedicato per il tuo sito. A meno che non ti aspetti milioni di visitatori sul tuo sito, l'hosting condiviso è spesso un'opzione meno costosa e semplice.

I fornitori di hosting spesso separano i loro servizi in diversi livelli e offrono prodotti diversi per più soldi. Solitamente, limiteranno il numero di diversi siti WordPress che si possono avere, limiteranno lo spazio di archiviazione per foto e video e, a volte, limiteranno la quantità di traffico che il sito può ottenere. Essere realistici su quanto è necessario, in quanto è sempre possibile eseguire l'aggiornamento a un piano migliore in caso di necessità.

Quali fornitori prendere in considerazione

Non c'è carenza di fornitori di hosting là fuori, e molti di loro sembrano abbastanza simili (e tutti pretendono di offrire gli stessi servizi). Abbiamo creato un elenco dei fornitori leader del settore per aiutarti a scegliere quello giusto per te.

Consigliato da WordPress stessi, Bluehost è la scommessa più sicura su questa lista. I loro piani partono da un mese e offrono hosting gestito da WordPress oltre alla possibilità di configurarlo da soli. I loro piani di livello superiore offrono storage e larghezza di banda "senza limiti", ma tieni presente che questo non è completamente illimitato, in quanto il primo 0,05% sarà costretto ad aggiornare i piani.

Realisticamente, tuttavia, probabilmente non rientrerai in questo intervallo a meno che tu non stia specificatamente cercando di utilizzare lo spazio e, se lo sei, probabilmente vorrai un server migliore.

HostGator è un'altra buona opzione; Sono veloci, economici e offrono hosting gestito WordPress. Fanno dividere i loro piani in "visite al mese", quindi è necessario eseguire l'aggiornamento se si prevede di avere più traffico.

1 & amp; 1 offre hosting gestito oltre ad avere uno strumento per la creazione di siti in modo da poter creare facilmente un sito personalizzato. Il loro piano di base inizia a un mese, ma il prezzo aumenterà dopo il primo anno.

Inmotion offre pacchetti completi di web design, in cui lavoreranno con te per creare un sito Web personalizzato (inclusi siti WordPress personalizzati). Anche loro hanno gestito l'hosting e iniziano solo al mese per il primo anno.

Se stai eseguendo una pubblicazione di grandi dimensioni, sei serio sui tempi di caricamento della pagina, o semplicemente non ti fidi di qualcun altro per fare il tuo lavoro, puoi sempre affittare un server dedicato e impostare tutto da solo. Le opzioni elencate sopra hanno server dedicati in vendita, ma se gestisci più server in posizioni diverse, è meglio andare con un provider di hosting più flessibile. Per questo, ti consigliamo Digital Ocean e Amazon Web Services.