Come impostare gruppi con l'Assistente Google

I comandi vocali di Google Assistant per la tua smarthome funzionano meglio se i tuoi dispositivi sono in gruppi (Google chiama queste "stanze" di gruppo). Saltare questo passaggio durante la configurazione rende più difficile l'utilizzo dei dispositivi. Ecco come creare stanze e aggiungere dispositivi a loro.

Le stanze facilitano i comandi vocali

Con i tuoi dispositivi smarthome associati alle camere, Google ti consente di ottenere di più con meno parole. Piuttosto che dirlo "spegni la luce del soggiorno 1, spegni la luce del soggiorno 2, spegni la luce del soggiorno 3" e così via, chiami la stanza del soggiorno e poi dica "spegni le luci del soggiorno" per trasformare tutto fuori in una volta.

Ancora meglio, se la home page di Google con cui stai parlando si trova fisicamente nella stessa posizione delle tue luci intelligenti, puoi aggiungerla allo stesso gruppo delle luci. Quindi tutto quello che devi dire è "spegnere le luci": Google Assistant capirà l'associazione e spegne le luci corrette.

Come aggiungere nuovi dispositivi alle stanze

Per aggiungere un dispositivo a una stanza, apri Assistente Google e tocca il pulsante "Aggiungi".

Tocca l'opzione "Imposta dispositivo".

Tocca "Nuovo dispositivo" per qualsiasi dispositivo Google Home o Chrome Cast o tocca "Hai già impostato qualcosa?" Per dispositivi esterni come Philips Hue o Wink hub. Per questo esempio, stiamo usando la seconda opzione.

Nella finestra di dialogo Gestisci account, scorrere fino al servizio per aggiungere o toccare sulla lente di ingrandimento per digitare il nome e cercarlo, per questo esempio, digitare Magic Home.

Toccare il servizio, quindi fornire i dettagli dell'account. Se questo processo sembra bloccarsi, prova a toccare i tre punti nell'angolo in alto a destra e ad aprirlo nel browser.

Tocca qualsiasi dispositivo trovato, quindi tocca l'opzione "Aggiungi a una stanza".

Tocca il nome appropriato della stanza e quindi tocca "Avanti". Se necessario, scorri fino in fondo, dove vedrai l'opzione "Camera personalizzata" che ti consente di creare un nome.

Hai finito. Il tuo dispositivo sarà ora associato a una stanza.

Come aggiungere dispositivi esistenti alle stanze

Apri l'app Assistente Google e scorri verso il basso per trovare un elenco di dispositivi non presenti nelle stanze. Tocca su qualsiasi dispositivo per aggiungerlo a una stanza.

Tocca "Aggiungi a una stanza" nella parte inferiore dello schermo.

Scegli la posizione della casa appropriata. Probabilmente avrai solo una casa, quindi toccala e poi tocca il pulsante "Avanti".

Quindi, tocca "Sposta dispositivo".

Se hai più di un account associato alla tua "casa" (per famiglie, ecc.), Tutti avranno accesso al dispositivo. Se si sposta il dispositivo in una nuova casa, tutti i membri perderanno tale accesso. Google sta cercando di chiarire ciò con il messaggio "Affects access for home members". È qualcosa da tenere a mente con un setup di famiglia.

Toccare la stanza con cui si desidera associare il dispositivo e quindi toccare "Avanti".

Se non vedi l'etichetta di una stanza che ti piace, scorri fino alla fine delle scelte della stanza. Tocca l'opzione "Camera personalizzata", inserisci un'etichetta che ti piace, quindi tocca "Avanti".

Se hai un dispositivo Google Home, aggiungendolo alla stessa stanza ti sarà più facile controllare quelle luci. Quando una Google Home è associata alla stessa stanza delle luci intelligenti, allora puoi dire "Ehi Google, accendi le luci" per accenderle. Questo ovviamente ha senso solo se le luci e la casa di Google si trovano fisicamente nella stessa stanza.

Raggruppare i tuoi dispositivi in ​​stanze significa che puoi controllare quelle stanze facendo riferimento ad esse. Se hai raggruppato i dispositivi in ​​una stanza con l'etichetta "camera da letto", puoi dire "Ehi Google, spegnere la camera da letto" o "spegnere le luci della camera da letto" anche quando la casa di Google si trova in un'altra casa.

Mantenere i dispositivi raggruppati in stanze non solo manterrà la tua app Assistente Google meglio organizzata, ma renderà più semplice il lavoro con questi dispositivi. Se hai tre luci in una stanza, è molto più facile dire "Spegni il salotto" piuttosto che dover dire di spegnere ciascuna luce a turno.